Il Cloud Computing

è un modello di erogazione di servizi offerti attraverso Internet e su richiesta (on demand) da un fornitore a un cliente finale a partire da risorse preesistenti, configurabili e disponibili in remoto sottoforma di architettura distribuita.
L’architettura è l’insieme di server reali fisicamente collocati presso il centro dati del fornitore del servizio.
Il fornitore, in modo rapido e conveniente, rende disponibili le risorse al cliente finale tramite una assegnazione automatizzata. Tali risorse sono condivise con altri utenti. Quando l’utente lascia la risorsa questa viene riconfigurata e riassegnata ad un nuovo utilizzatore.

Il fornitore di servizi

che offre servizi generalmente in modalità pay-per-use

Il cliente amministratore

che sceglie e configura i servizi offerti dal fornitore generalmente offrendo un valore aggiunto da lui prodotto (ad esempio applicazioni software)

Il cliente finale

che utilizza i servizi configurati

Tipi di Cloud Computing

Ci sono tre modalità diverse di distribuzione dei servizi Cloud: in un Cloud pubblico, in un Cloud privato e in un Cloud ibrido.

Cloud pubblico
sono di proprietà di un provider di servizi Cloud di terze parti che fornisce le risorse e le gestisce. Il cliente accede alle risorse tramite un web browser.

inserire immagine

inserire immagine

Cloud privato
i servizi e l’infrastruttura sono gestiti in una rete privata e le risorse in questo caso sono utilizzate soltanto dall’organizzazione o singola azienda che le possiede fisicamente.

Cloud ibrido
è una combinazione fra Cloud pubblico e privato. Offre alle aziende maggiore flessibilità e opzioni di distribuzione ottimizzando sicurezza e conformità dell’infrastruttura.
L’azienda può ad esempio avvantaggiarsi della flessibilità del Cloud pubblico mantenendo i propri dati all’interno della prioria infrastruttura. La scelta dell’una o dell’altra soluzione varia in funziona della tipologia di servizio da erogare e, evidentemente, dei carichi di lavoro.

inserire immagine

I Servizi Cloud

Un service provider o fornitore di servizi Cloud, o CSP (Cloud Service Provider),
è una società che offre ad altre imprese o individui alcuni componenti del Cloud Computing.

Infrastruttura distribuita come servizio (IaaS)

scopri di più

Piattaforma distribuita come servizio (PaaS)

scopri di più

Software distribuito come servizio (SaaS).

scopri di più

Infrastruttura come servizio (IaaS)

Il fornitore di servizi Cloud fornisce componenti dell’infrastruttura che altrimenti esisterebbero in un Data Center “locale” presso il cliente finale.
Quali server, storage e networking, nonché da ambienti “virtualizzati”, che il fornitore IaaS ospita nel proprio Data Center.
I fornitori di servizi Cloud possono anche integrare i loro prodotti IaaS con servizi come monitoraggio, sicurezza, bilanciamento dei carichi di lavoro e della capacità computazionale e continuità di servizio dello storage.

Vantaggi per l’utilizzatore

xxxxxxxxx

Invece di acquistare hardware a titolo definitivo, gli utenti pagano per IaaS on demand.

xxxxxxxxx

L’infrastruttura è scalabile, in base alle esigenze di elaborazione e storage.

xxxxxxxxx

Fa risparmiare alle aziende il costo per l’acquisto e la manutenzione del loro hardware.

xxxxxxxxx

Dal momento che i dati si trovano sul cloud, non ci può essere alcun singolo punto di errore.

xxxxxxxxx

Consente la virtualizzazione di attività amministrative, mettendo a disposizione tempo da dedicare ad altre attività.

Piattaforma come servizio (PaaS)

I fornitori PaaS offrono infrastrutture cloud e servizi a cui gli utenti possono accedere per eseguire varie funzioni. I prodotti PaaS sono comunemente usati nello sviluppo di software.
Rispetto ad un provider IaaS, i fornitori di servizi PaaS aggiungeranno all’infrastruttura sottostante più soluzioni e più valore a livello di stack di applicazioni: come i sistemi operativi o il middleware.

Vantaggi per l’utilizzatore

xxxxxxxxx

PaaS fornisce una piattaforma dotata di strumenti per il test, lo sviluppo e l’hosting di applicazioni nello stesso ambiente.

xxxxxxxxx

Consente alle organizzazioni di concentrarsi sulle attività di sviluppo senza doversi preoccupare dell’infrastruttura sottostante.

xxxxxxxxx

I provider gestiscono la sicurezza, i sistemi operativi, il software del server e i backup.

xxxxxxxxx

Facilita il lavoro collaborativo, anche se i team lavorano in remoto.

Software come servizio (SaaS)

Il SaaS è un’offerta di Cloud Computing che offre agli utenti l’accesso al software basato su Cloud di un vendor. Gli utenti non installano applicazioni sui loro dispositivi locali. Le applicazioni si trovano invece su una rete cloud remota a cui si accede tramite il web o un’API. Mediante l’applicazione, gli utenti possono archiviare e analizzare dati, oltre che collaborare ai progetti.

Vantaggi per l’utilizzatore

xxxxxxxxx

I vendor SaaS forniscono agli utenti software e applicazioni tramite un modello di abbonamento.

xxxxxxxxx

Gli utenti non devono gestire, installare o aggiornare il software; i provider SaaS si occupano di queste attività.

xxxxxxxxx

I dati sono al sicuro nel Cloud; il malfunzionamento dell’apparecchiatura non comporta la perdita dei dati.

xxxxxxxxx

L’uso di risorse si può adattare alle esigenze di servizio.

xxxxxxxxx

Le applicazioni sono accessibili praticamente da qualsiasi dispositivo connesso a Internet, da qualsiasi parte del mondo.

Con la migrazione delle infrastrutture IT al Cloud Computing, le Organizzazioni avvertono sempre più l’esigenza di dotarsi di un servizio Cloud “fatto in casa” fornito da un Managed Service Provider (MSP), il quale può prendere in carico diversi aspetti come il monitoraggio remoto di server e reti, la gestione dei device mobili, l’amministrazione da remoto dei firewall fino ad arrivare a servizi di security-as-a-service.

Scopri le soluzioni
Digital Workplace & Endpoint Security

scopri di più

Scopri la soluzione
Managed Services

scopri di più